Rc auto meno cara a partire dal 2016 e con la stessa tendenza anche nel 2017

I premi delle assicurazioni Rc auto diventano meno cari e tutto è iniziato già nel 2016 e nei primi mesi del 2017, questa tendenza è andato avanti senza dubbio. Da uno studio effettuato dal istituto di vigilanza sulle assicurazioni e dell’Associazione nazionale per le imprese assicuratrici, è emerso che negli ultimi mesi del 2016 e nei primi del 2017, c’è stata questa tendenza ad avere dei premi Rc auto meno cari.

Secondo l’istituto di vigilanza sulle assicurazioni infatti, c’è stato un calo del prezzo medio relativo all’intero anno del 6%, mentre il costo di una singola RC Auto è riuscito ad assestarsi sui 400 euro circa. Sembrerebbe che più della metà degli italiani è riuscita ad ottenere un assicurazione con meno di 400 euro, e le riduzioni sono state soprattutto quelle avvenute nel Sud Italia e riguardano determinati fasce della popolazione e determinati tipi di veicoli. Il trend dell’anno scorso sta andando avanti, secondo l’associazione nazionale per le imprese assicuratrici, anche nel 2017 con la diminuzione che per adesso si ferma circa sul 3,6%.

La rapida diminuzione dei prezzi

La tendenza ad avere dei premi assicurativi meno cari è iniziata secondo le stime effettuate dagli esperti del settore nel 2016 e sembrerebbe confermarsi anche nel corso del 2017 in quanto sempre più italiani riesco ad ottenere dei prezzi davvero vantaggiosi per le loro assicurazioni, soprattutto nel Sud Italia, riuscendo ad assicurare il veicolo per una cifra di circa 370 euro a fronte dei 500 circa che invece erano necessari fino a qualche anno fa.

Attualmente, questo fenomeno è strettamente sotto controllo e riguarda in generale circa 40 milioni di italiani, mentre c’è una predisposizione per alcune fasce di popolazione e per alcune tipologie di auto molto più marcata rispetto ad altre. Probabilmente, nel corso del 2017, tale tendenza continuerà ad essere altrettanto forte tanto che potrebbe addirittura calare ulteriormente il prezzo delle assicurazioni soprattutto in virtù della nuova normativa, che si sta discutendo proprio relativamente alle assicurazioni e ai prezzi.

Al di là di quello che può essere il prezzo, una delle richieste principale è quella di uniformare un po’ le tendenze in tutta Italia e di prevenire le eventuali frodi.

Autore dell'articolo: Francesco Verone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *